fbpx

Biografia

I primi passi nel mondo della radio li faccio a Radio Grifo, nella mia città natale, dove imparo a districarmi tra regia e microfono. Nel ’96, scelta da Carlo Conti, lavoro nella fiorentina Lady Radio. Nel 2000, approdo nella mitica Radio2 Rai di via Asiago a Roma, dove lavoro e conduco Il Cammello di Radio2 insieme a colleghi fantastici come Fabio Canino. In questi anni sono anche inviata insieme alla Gialappa’s al Festival di Sanremo, mentre in estate conduco Bravo Radio 2 da Ibiza con Marco Baldini.
Un ultimo viaggio nel 2005 mi porta a RADIO CAPITAL, dove dal 2010 conduco programmi come: Ladies & Capital, B&B e ora B-SATURDAY e B-SUNDAY. Alla passione della Radio si unisce quella per il teatro e per il doppiaggio.
Seguo un interessante percorso con Beatrice Bracco per lo studio del Metodo Stanislavskij, poi proseguo con i laboratori teatrali del Teatro 7 e della International acting school con Sergio Zecca e Massimiliano Bruno, Marco Zadra, Roberto Baldassari, Michele La Ginestra.
Sarò sempre diretta da loro che poi andrò in scena interpretando commedie (Il signor di Poursegnacco, Mi chiamo Ginestra, Il mistero del calzino bucato,Tre atti unici di Jean Tardieu, fra gli altri).
Come autrice ho scritto e interpretato i reading teatrali “Gli errori sono allegri, la verità è infernale” e “Il panda deve morire”.
Per il doppiaggio, studio con Massimo Corizza alla Scuola Professione Doppiaggio e conseguo il diploma di Adattatrice Dialoghista. Seguo poi i Corsi di I e II livello sul metodo VOICECRAFT tenuti da Elisa Turlà e Alejandro Sanchez. Con Max Formisano seguo invece il corso di Self expression-public speaking. Infine nel 2015 sarà la volta del seminario introduttivo al metodo Linklater-La voce naturale con Sabina Calvesi.
Oltre a svolgere dal 2009 lezioni private di dizione, uso della voce e public speaking, insegno linguaggio radiofonico presso l’Università Suor Orsola Benincasa a Napoli (Master Radiofonia AA 2013-14,2014-15 e 2018-19); presso il 28esimo REGGIMENTO PAVIA all’interno del Master per formare figure professionali da inserire nelle radio delle missioni ONU e nel 2015 inizio la collaborazione con l’Accademia A.R.T. di Roma e nel 2018 anche con lo IED, Istituto europeo di design e l’ Università Cattolica nel master “Fare radio” (AA 2018-19).

Corsi

VOICE PUBLIC SPEAKING

COME IMPARARE A PARLARE IN PUBBLICO PARTENDO DALLA VOCE
Vi è mai capitato di vedere una Ferrari che viaggia a 30km all’ora?
Sembra quasi in sofferenza o, quanto meno, una cosa incomprensibile.
E’ un esempio che faccio quando devo spiegare perché, per tenere alta l’attenzione di chi ascolta, è fondamentale un buon uso dello ‘strumento voce’: voi siete una Ferrari ma, non usando la vostra voce nel modo giusto, seguite un’ andatura inadeguata e non sfruttate a pieno le vostre capacità.
Avere contenuti e pensieri importanti da trasmettere, ma non saperli comunicare nel modo giusto crea un po’ lo stesso effetto della “Ferrari lumaca”. Ecco, il corso ‘Voice public speaking’ vuole aiutarvi a non essere più ‘lumaca’, per ottenere il massimo dalla vostra Ferrari, la vostra voce.
Parlare bene infatti è importante non solo per chi fa l’attore o lo speaker, ma per chiunque abbia necessità di comunicare per far arrivare il proprio messaggio.
Ad esempio, se parlate con un volume basso oppure non scandite bene le parole o abusate di modi di dire, non raggiungerete mai l’obiettivo.
Il corso di VOICE PUBLIC SPEAKING è per tutti coloro che devono interagire attraverso il linguaggio, sia che siate avvocati, docenti, giornalisti o medici, agenti di commercio. Vi permetterà di acquisire competenze tecniche e pratiche, sia attraverso l’osservazione di voi stessi e degli altri, sia con lo studio e l’esercitazione pratica.
Per questo ho deciso di mettere a disposizione la mia esperienza di conduttrice e speaker nel settore radiofonico e quella di attrice, per aiutarvi a usare la voce al meglio delle sue potenzialità. Una decennale esperienza a cui ho unito un costante studio e aggiornamento, fino ad ideare il VOICE PUBLIC SPEAKING, il corso per imparare a parlare in pubblico partendo dall’uso della voce.

Obbiettivi del Corso

Studio del pubblico a cui ci si rivolge
Agganciare l’audience e poi mantenere la sua attenzione
I momenti più importanti di un discorso: decollo e atterraggio
Migliorare il linguaggio del corpo (espressioni del viso, postura, movimenti del corpo e gestione del corpo nello spazio)
Uso dei supporti audiovisivi
Utilizzo dei prop o oggetti per stupire il pubblico 
(esempio apertura e chiusura)

Gestire ansia e stress con le tecniche di rilassamento e respirazione 

Distinguere fra tono e volume per dare ‘colore’ al parlato
Imparare l’importanza di ritmo e pause
Eliminare le cantilene e i modi di dire

PUBLIC SPEAKING PER IL WEB

IMPARARE A PARLARE A UNA PLATEA VIRTUALE

Secondo uno studio condotto da Cisco, multinazionale di networking, servirebbero 5 milioni di anni per guardare tutti i video che vengono pubblicati ogni mese. E’ anche vero che, secondo diversi studi condotti da esperti di marketing, l’ 80% della comunicazione del futuro sarà composta da video. Quindi la domanda è: come posso rendere unico, accattivante, coinvolgente il mio discorso sul web? Parlare di fronte a una telecamera per certi aspetti è molto più difficile che farlo di fronte alle persone, perché immaginare volti dietro l’obiettivo è complesso e richiede un ulteriore e importante passaggio psicologico e tecnico. L’uso dei social ci aiuta a prendere dimestichezza con i mezzi ma, ovviamente, non è sufficiente. Il passaggio dall’aula e, quindi, dalle presentazioni frontali a quelle online è stato breve e accelerato anche dagli eventi legati all’emergenza Covid-19. Sul web bisogna saper modulare gesti, voce e contenuto, suscitare e, ancora di più, mantenere alta l’ attenzione da parte di chi ascolta. Infatti se in un discorso dal vivo, per attirare l’attenzione, avevamo bisogno dei primi minuti, sul web se non si cattura l’attenzione dell’utente nei primi 5 secondi sarà tutto inutile.

Perché così pochi secondi? Perché il nostro cervello ha un sistema di attivazione reticolare (RAS) che agisce come un filtro e trattiene solo le informazioni utili mentre trascura quelle che classifica come inutili. Nel mio corso specializzato per il web ci concentriamo proprio su questi aspetti per attirare l’attenzione: saper informare e anche coinvolgere, superare l’imbarazzo della telecamera, saper gestire ansia e tempo a disposizione, controllare gestualità e sguardo (“eye contact”) usare i prop, cioè quei supporti che danno ancor più valore al proprio speech. Dato che per l’educatore Edgar Dale le persone ricordano il 10% di ciò che leggono, il 20%  di ciò che ascoltano, il 30%  di ciò che vedono e il 50% di ciò che vedono e ascoltano in un video, non resta che cominciare a prepararsi. Il mio intervento è volto a preparare tecnicamente e didatticamente tutti coloro che hanno, o avranno, la necessità di creare un video di qualsiasi genere si voglia.

Perché i tempi e le necessità non ci trovino impreparati!

A chi è rivolto

Imprenditori, CEO, startupper, avvocati, uffici stampa, insegnanti, agenti di commercio, responsabile sanitario, studenti, neolaureati che devono inserire una videopresentazione nel cv
Chi deve usare il web per promuoversi
Le aziende che hanno cominciato a condividere le proprie informazioni tramite video

Obbiettivi del Corso

Creare una presentazione/discorso che informi, sia credibile e susciti emozioni
Aumentare l’engagement del brand
Stupire i propri dipendenti
Attirare nuovi clienti

Scrivimi

Istituti scolastici, Associazioni, Aziende, Privati etc

Contatti

Corsi e lezioni

Per i corsi di VOICE PUBLIC SPEAKING e PUBLIC SPEAKING PER IL WEB sono previste lezioni sia in aula che tramite Skype o Zoom.

#Social